Descrizione dell’attività di ricovero e della mobilità sanitaria nell'area del Piemonte Orientale (Quadrante 2): analisi dei dati rilevati con la Scheda di Dimissione Ospedaliera

Patterns of hospitalisation in North-Eastern Piedmont: use of hospital discharge data

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

  • Valutazione dei flussi di pazienti intra- ed extra-regione per residenza e tipo di neoplasia.
  • Descrizione della frequenza dei ricoveri negli ospedali, secondo la competenza oncologica prevista nel Piano Sanitario Regionale, per tipo di neoplasia e indicatori disponibili sulla Scheda di Dimissione Ospedaliera (SDO).
  • Stima dei tassi di prima ospedalizzazione e della prevalenza di malati per tipo di neoplasia, su base residenziale.
  • Descrizione delle modalità assistenziali (regime di ricovero, durata dei ricoveri, tipologie di trattamento, ricoveri multipli) da parte degli ospedali di ricovero, per tipo di neoplasia e fase della malattia.
  • Produzione di report sull'attività oncologica svolta a livello di quadrante, in base alla nuova organizzazione della Rete Oncologica (con disaggregazioni per istituto, Aziende Sanitarie, Poli Oncologici, totale regione, altre regioni).
  • Analisi del trend temporale dei principali fenomeni di ricovero (ospedalizzazione, migrazione).

In questo programma confluisce anche l'attività che era precedentemente indicata come scheda 5.009.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

L’archivio regionale delle SDO ha raggiunto, in particolare dal 2000, un livello di completezza (valutato per esempio sul numero di istituti che inviano regolarmente le SDO e sul numero totale di ricoveri) e di qualità dei dati (valutato per esempio sul numero medio di codici di diagnosi e di interventi/procedure per SDO) che ha permesso di condurre diverse analisi relativamente agli obiettivi prefissati.

Sono disponibili (di regola a settembre dell'anno successivo) dati relativi ai soggetti residenti in Piemonte che hanno avuto ricoveri in regime ordinario o di day hospital in altre regioni. Inoltre, dall'anno 2000, la scheda di dimissione riporta maggiori informazioni cliniche (6 diagnosi + 6 interventi o procedure) e utilizza per la codifica l'ICD9-CM.

Nella maggior parte delle elaborazioni prodotte sono stati impiegati metodi e indicatori standard per descrivere i fenomeni di interesse.

Continuerà in modo routinario l'analisi dell’andamento dei ricoveri per neoplasia in relazione alle caratteristiche della malattia, della persona e alla residenza.

L’applicazione delle linee guida sarà monitorata con l’applicazione degli indicatori proposti dal gruppo linee guida, basandosi in particolare sulle informazioni raccolte con i sistemi di gestione routinaria del paziente oncologico.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2017

Il progetto prosegue come attività ordinaria, in modo coordinato con le esigenze delle direzioni aziendali interessate.

RISORSE E FINANZIAMENTI

Tutti i costi relativi al personale e all’acquisizione di hardware e software necessari per la gestione dell’archivio informatizzato e per le elaborazioni statistiche sono stati coperti dai finanziamenti a suo tempo previsti per il CPO Piemonte.
Per la sperimentazione dei sistemi automatici di classificazione è stato utilizzato anche un finanziamento del Ministero della Salute.
L’attività rientra nelle funzioni istituzionali del CPO.

COLLABORATORI

Daniela Ferrante, Ileana Baldi, Daniela Di Cuonzo, Giovannino Ciccone, Tiziana Cena.

PUBBLICAZIONI

Attese al termine del progetto.