Rischio di mesotelioma maligno ed esposizione ambientale e lavorativa ad amianto

Risk of malignant mesothelioma after environmental and occupational exposure to asbestos

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Obiettivo primario è studiare la relazione tra esposizione ad amianto e mesotelioma maligno della pleura, con speciale attenzione alle esposizioni lavorative atipiche, a quelle non lavorative e all'approfondimento sulla distribuzione spaziale del rischio di malattia intorno a fonti di esposizione ambientale. La valutazione del rischio legato all’esposizione ambientale ad amianto viene effettuata tenendo conto dell’esposizione domestica e lavorativa.

I dati di base sono prodotti da una serie di studi caso-controllo condotti nelle aree piemontesi a più alta incidenza di mesotelioma. Sono stati completati in passato:

  • uno studio caso-controllo di popolazione nella ASL di Casale Monferrato (casi incidenti 1987-1994);
  • un successivo studio a Casale Monferrato e nell’area di Torino (studio multicentrico internazionale, casi incidenti 1995-1997);
  • un ulteriore studio relativo ai casi incidenti 2001-2006 nell'area dell'ex ASL di Casale Monferrato e a quelli 2005-2010 in provincia di Torino;
  • un quarto studio sui casi incidenti nel 2013 tra i residenti nell'area dell'ex ASL di Casale Monferrato e in provincia di Torino, che rientra in uno studio multicentrico italiano (MISEM) di cui il CPO Piemonte è capofila. MISEM rientra, a sua volta, fa parte del programma di ricerca collaborativa INAIL BRIC ID 55 (vedi anche scheda 1.002).

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Il progetto utilizza la metodologia caso-controllo. I casi sono rilevati in collaborazione con il Registro Mesoteliomi Maligni. I controlli provengono dagli archivi del SSN, con appaiamento per età e sesso.

I dati di base per la valutazione sono forniti dalle storie lavorative e abitative dei casi e dei controlli. Ogni circostanza di esposizione, lavorativa o extra-lavorativa, è associata a un indicatore quantitativo, permettendo il calcolo dell'esposizione cumulativa e di altri indici, quali durata e intensità media.

La stima del rischio di mesotelioma viene condotta con metodi di analisi multivariata, in modo da controllare per l’effetto di confondenti.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2017

Analisi principali dei dati dello studio 2001-2006: completate.
Identificazione e intervista dei casi e dei controlli dello studio 2013: completate, analisi in corso.

Sono in corso ulteriori analisi dei dati relativi al set di casi e controlli del periodo 2001-2006, mentre i risultati delle analisi principali sono stati pubblicati.

Le indagini sui casi 1987-1994 e 1995-1997 avevano definito l'andamento spaziale del rischio di mesotelioma, decrescente con centro sullo stabilimento ETERNIT a Casale Monferrato. Analogo andamento decrescente all'aumentare della distanza di residenza da attività industriali dell'amianto era presente nel pool di popolazioni che hanno partecipato allo studio multicentrico europeo.

Sono stati individuati alcuni clusters di casi entro Casale Monferrato, che potranno essere approfonditi su una serie più numerosa di soggetti. Tali clusters, tuttavia, non sono tali da alterare sostanzialmente l'andamento spaziale secondo un modello che considera la distanza dallo stabilimento quale principale fattore di variazione.

Il rischio di mesotelioma pleurico è proporzionale all'esposizione cumulativa all'amianto, indipendentemente da quale sia la fonte (professionale o meno) di esposizione.

RISORSE E FINANZIAMENTI

I precedenti studi caso-controllo hanno ricevuto finanziamenti CEE ("Europa contro il Cancro"), ISPESL e AIRC. MISEM  ha ricevuto un finanziamento dal programma Ministero della Salute - CCM 2012 e BRIC ID 55 è finanziato da INAIL.
L’attività rientra nelle funzioni istituzionali del CPO.

COLLABORATORI

Milena Maule, Benedetto Terracini, Dario Mirabelli, Carol Brentisci, Daniela Ferrante, Sara Tunesi, Manuela Gangemi.

PUBBLICAZIONI

- Betti M, Casalone E, Ferrante D, et al. Germline mutations in DNA repair genes predispose asbestos-exposed patients to malignant pleural mesothelioma. Cancer Lett 2017; 405: 38-45.
- Ferrante D, Mirabelli D, Tunesi S, et al. Pleural mesothelioma and occupational and non-occupational asbestos exposure: a case-control study with quantitative risk assessment. Occup Environ Med 2016; 73: 147-53.
- Magnani C, Bianchi C, Chellini E,  et al. III Italian Consensus Conference on Malignant Mesothelioma of the Pleura. Epidemiology, Public Health and Occupational Medicine related issues. Med Lav 2015; 106: 325-32.
- Tunesi S, Ferrante D, Mirabelli D, et al. Gene-asbestos interaction in malignant pleural mesothelioma susceptibility. Carcinogenesis 2015; 36: 1129-35.
- Pinto C, Novello S, Torri V, et al. Second Italian Consensus Conference on Malignant Pleural Mesothelioma: State of the art and recommendations. Cancer Treat Rev 2013; 39: 328-39.
- Magnani C, Fubini B, Mirabelli D, et al. Pleural mesothelioma: epidemiological and public health issues. Report from the Second Italian Consensus Conference on Pleural Mesothelioma. Med Lav 2013; 104: 191-202.

Presentazione dei risultati al convegno IMIG 2014 e 2016.