Conduzione di audit clinici della qualità dell'assistenza nella Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta: il trattamento del tumore ovarico

Clinical audit on quality of care within the Piedmont Cancer Care: ovarian cancer treatment

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Lo studio si inserisce tra le attività, realizzate in collaborazione con la Rete Oncologica, finalizzate a migliorare la qualità dell’assistenza dei pazienti oncologici residenti in Piemonte e Valle d’Aosta, attraverso la conduzione di interventi di audit & feedback (scheda n. 6.001).
In particolare, il presente audit è rivolto alla valutazione del trattamento erogato alle pazienti con carcinoma dell’ovaio alla diagnosi o alla progressione/recidiva di malattia. Lo studio prende avvio da una precedente esperienza di clinical audit sui tumori ovarici - Studio COROP - effettuata nell'anno 2009.

Obiettivi specifici, con riferimento ai centri che prendono in carico la paziente:

  • descrizione delle caratteristiche strutturali;
  • descrizione del trattamento effettuato in prima linea e valutazione dell’aderenza alle raccomandazioni esistenti, evidenziando eterogeneità di comportamento;
  • descrizione del trattamento della progressione o recidiva di malattia e valutazione dell’aderenza alle raccomandazioni esistenti, evidenziando eterogeneità di comportamento;
  • identificazione dei fattori clinici che possono avere influenzato la scelta del trattamento;
  • descrizione della sopravvivenza globale e valutazione dei fattori clinici e organizzativi che possono influenzare l’esito.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Audit clinico a livello di popolazione regionale, con una raccolta dati inclusiva di una fase retrospettiva e una prospettica, con periodica rivalutazione e feedback agli operatori coinvolti degli indicatori condivisi.
La componente retrospettiva di raccolta dati, strumentale a descrivere gli indicatori di baseline, riguarda i casi incidenti tra le residenti in Piemonte e Valle d’Aosta, trattati nel primo semestre 2016, in Piemonte. I casi sono identificati centralmente attraverso le Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO). Ciascun centro può poi aggiungere i propri casi, qualora non identificati dall’algoritmo (falsi negativi).
La raccolta prospettica riguarda i casi di tumore ovarico presi in carico presso i Gruppi Interdisciplinari Cure (GIC) per i tumori ginecologici della Rete, a partire da maggio 2017, e ha durata triennale, con possibilità di estensione dell’utilizzo del sistema di raccolta dati oltre il termine del progetto, come strumento routinario di monitoraggio dell’attività erogata.
A cadenza semestrale saranno trasmessi e condivisi con gli operatori i risultati relativi alla valutazione degli indicatori. Sulla base delle criticità emerse da tale analisi, saranno progettate e implementate azioni correttive a livello o locale o azioni di sistema su iniziativa della Rete Oncologica, qualora le criticità interessino la globalità delle strutture di erogazione regionali.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2017

Lo studio è stato avviato a inizio 2017, a partire dal precedente audit regionale. E’ stato ridefinito il protocollo ed è stata strutturata la piattaforma di raccolta dati sul sito Epiclin. La fase di recupero dei dati retrospettivi è stata conclusa nell'autunno. Da maggio 2017 è iniziato il caricamento da parte dei centri dei dati prospettici. E’ attualmente in fase di analisi la casistica retrospettiva e in preparazione il primo report di feedback ai centri.

RISORSE E FINANZIAMENTI

Supporto economico dalla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta.

COLLABORATORI

Eva Pagano, Silvia Patriarca, Roberto Zanetti.

PUBBLICAZIONI

- Sobrero S, Pagano E, Piovano E, et al. Is Ovarian Cancer Being Managed According to Clinical Guidelines? Evidence From a Population-Based Clinical Audit. Int J Gynecol Cancer 2016; 26: 1615-1623. (IF 2.116)
- Pagano E, Sobrero S, Zanetti R, et al. Audit clinico di popolazione sulla gestione del tumore ovarico in Piemonte: risultati preliminari dello studio COROP. Associazione Italiana di Epidemiologia - XXXVIII Congresso annuale. Napoli, 5-7 novembre 2014.