EU-TOPIA

EU-TOPIA

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

L'obiettivo di EU-TOPIA è di valutare e quantificare sistematicamente i danni e i benefici dei programmi di screening per il cancro al seno, alla cervice e al colon-retto in tutti i Paesi europei e identificare gli approcci per migliorare il loro impatto in termini di salute e di equità.
Il primo passo consisterà nel monitoraggio degli indicatori di qualità (di processo e di esito) dei programmi di screening, per stimare il loro impatto atteso e il rapporto costo-efficacia. Le stime saranno derivate utilizzando modelli di simulazione, costruiti applicando assunzioni e parametri validati sulla base di una revisione della letteratura e del consenso di esperti, per ciascuna area Europea (Nord, Est, Sud, Ovest), e su dati specifici per Paese. Verranno inoltre analizzate le barriere che ostacolano l’implementazione dei programmi e il raggiungimento dei livelli di qualità attesi. Sulla base dei risultati dei modelli di costo-efficacia e dell’analisi delle barriere verranno definiti piani di intervento per il miglioramento della performance dei programmi che potranno prevedere azioni per estendere o ridurre il programma, per adottare un diverso protocollo di screening, per modificare la gestione di fasi specifiche del processo di screening, per cui sia stato evidenziato un livello di qualità insufficiente.
Per favorire l’utilizzo di questo tipo di approccio alla pianificazione delle attività di screening da parte dei decisori politici e degli professionisti coinvolti nello screening, è previsto lo sviluppo di 3 piattaforme web che permetteranno di:

  • attuare il monitoraggio degli indicatori di performance, con l’opportunità di condurre analisi comparative entro e tra stati/programmi e di trend temporali;
  • testare l’impatto atteso di interventi di modifica dei protocolli di screening, o delle modalità organizzative dei programmi sul rapporto costo-benefici e sull’equità dell’offerta dei programmi di screening;
  • analizzare le barriere all’implementazione dei programmi e l’impatto di possibili azioni di cambiamento.

Questi strumenti favoriranno il trasferimento dell’evidenza acquisita attraverso le attività del progetto nella pratica dei programmi europei, promuovendo le competenze di auto-valutazione e di pianificazione di interventi basati su prove di efficacia adattati al contesto locale.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Il CPO, oltre a collaborare con gli altri work package (WP), è responsabile del WP3 - Monitoring. Il piano di attività prevede la definizione di schede per la raccolta dati e il calcolo dei principali indicatori di performance, stratificati per sesso, età, storia di screening, programma; il coordinamento della raccolta dati sull’attività di screening; la costruzione di una piattaforma web per il monitoraggio e il calcolo degli indicatori (con possibilità di analisi comparative e di trend temporale).

Il progetto, finanziato nell'ambito del bando Horizon 2020, intende completare le attività entro l'estate 2020.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2017

Sono state completate le attività del WP2, con una revisione della letterature relativa a danni e benefici associati allo screening.
E’ stata completata la raccolta dati sugli indicatori di performance degli screening e sui dati epidemiologici di contesto per i 6 Paesi partecipanti al progetto e sono state definite le schede di raccolta dati per l’attività di screening, che verranno utilizzate per alimentare la piattaforma web per il monitoraggio e il benchmarking della performance dei programmi.
Sono state condotte revisioni sistematiche relativamente all’impatto di diversi protocolli di screening nelle diverse aree europee e relativamente alle barriere all’implementazione dei programmi di screening.

RISORSE E FINANZIAMENTI

Fondi H2020.

COLLABORATORI

Antonio Ponti, Mariano Tomatis, Nereo Segnan.

PUBBLICAZIONI

Sono stati sottomessi per la pubblicazione i report relativi all'analisi delle barriere allo screening.