Uso di Big data in Epidemiologia ambiEntale e occuPazionale (BEEP)

Use of Big Data in environmental and occupational epidemiology

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

L’obiettivo generale del progetto è quello di stimare gli effetti sanitari dell’inquinamento atmosferico e acustico e delle variabili meteo-climatiche sulla salute della popolazione italiana, con focus su: a) rischi di ospedalizzazione e mortalità nei residenti delle principali aree metropolitane italiane, b) rischi di infortuni in popolazioni di lavoratori in relazione a fattori di rischio ambientale e rischi di incidente in itinere in relazione alla mobilità della popolazione e agli eventi climatici.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Per il raggiungimento degli obiettivi verranno sfruttate le potenzialità dei “big data” relative a: uso del territorio, dati satellitari, telefonia mobile, stime modellistiche, dati sanitari di mortalità, ospedalizzazioni, infortuni occupazionali e incidenti in itinere.

Il progetto è strutturato in quattro obiettivi specifici secondo domini spaziali di risoluzione via via crescente. Verranno quindi fornite stime di effetto sanitario a livello nazionale, regionale e comunale, e verranno esplorati aspetti di micro-scala nell’area metropolitana di Roma per cogliere contrasti spaziali. Questo consentirà di fornire un quadro composito relativo al crescente problema degli impatti sanitari degli eventi meteorologici estremi e dell’inquinamento atmosferico e acustico a livello nazionale in popolazione generale e in coorti occupazionali.

Collaborano al progetto i seguenti enti:

  • Dipartimento di Epidemiologia SSR Lazio/ASL Roma 1;
  • ARPAE Emilia Romagna - Dir. Tecnica, CTR Ambiente e Salute;
  • Servizio Interaziendale di Epidemiologia, Arcispedale S. Maria Nuova, IRCCS, Reggio Emilia;
    Agenzia Regionale Sanitaria AReS - Puglia;
  • Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (DASOE) Assessorato Salute Regione Sicilia;
  • CNR Sede Secondaria di Roma - Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (CNR - ISAC);
  • CNR Sede Secondaria di Pisa - Istituto per i Processi Chimico-Fisici (CNR - IPCF).

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2018

E' stato predisposto il dataset regionale di mortalità del Piemonte e sono state eseguite le analisi dei dati per la valutazione degli effetti degli inquinanti atmosferici e della temperatura dell’aria sulla mortalità giornaliera (per cause naturali e cardio-respiratorie nelle 5 regioni individuate, e distinguendo tra comuni a seconda della densità abitativa)

I risultati preliminari sono stati presentati nel corso del seminario satellite “Effetti acuti dell’inquinamento atmosferico e delle temperature estreme su mortalità, ricoveri e infortuni sul lavoro in Italia: risultati del progetto BEEP” del 24 ottobre 2018 e nel corso del XLII convegno AIE (Lecce, 24-26 ottobre 2018).

RISORSE E FINANZIAMENTI

Bando INAIL.

COLLABORATORI

Claudia Galassi.