Studio di coorti di lavoratori dell'industria della gomma

Cohort mortality study on rubber workers

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Nonostante l’uso di alcune sostanze cancerogene per l’uomo sia stato abbandonato da tempo nella moderna industria della gomma, non è certo se il rischio di cancro sia stato completamente controllato. Alcuni studi recenti segnalano, infatti, il perdurare di eccessi di mortalità per diverse sedi tumorali, inclusa la vescica.

L'International Agency for Research on Cancer (IARC) ha confermato nel 2012 la valutazione espressa per la prima volta nel 1982, che il lavoro nell'industria della gomma comporti un aumentato rischio di cancro della vescica, dello stomaco, del polmone nonché di leucemie e linfomi.

E’ di interesse condurre studi su popolazioni occupate in stabilimenti insediati in epoca relativamente recente per verificare se tale potenziale cancerogenicità si traduca ancora in osservabili eccessi di mortalità nei lavoratori della moderna industria della gomma.

Due dei principali stabilimenti italiani di produzione di pneumatici sono entrati in funzione agli inizi degli anni Sessanta a Cuneo e, circa dieci anni più tardi, ad Alessandria.

Gli SPreSAL delle allora, rispettivamente, ASL 15 e 20 hanno avanzato una richiesta di assistenza nella conduzione di studi di coorte sui lavoratori di entrambi gli stabilimenti. Inoltre, lo SPreSAL della ASL CN2 ha richiesto assistenza per la conduzione di un analogo studio sugli operai di un'industria di produzione di pavimentazioni e giocattoli in gomma e plastica, con stabilimenti a Gallo d'Alba dalla fine degli anni Cinquanta.

Disponiamo, inoltre, della ricostruzione storica dei lavoratori addetti a uno stabilimento di produzione di cavi elettrici e telefonici isolati in gomma, entrato in funzione a Settimo Torinese nei primi anni Sessanta, e di quelli di uno stabilimento per la produzione di articoli tecnici in gomma attivo dapprima a Casale Monferrato e successivamente a Mirabello Monferrato.

Le finalità di sanità pubblica si associano a quelle scientifiche nel motivare la conduzione di questi studi.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Per le coorti di Cuneo e Alessandria, la lista dei dipendenti ed ex dipendenti è stata creata sulla base dei libri matricola aziendali. Sono state raccolte, a cura dello SPreSAL ASL 15, le ultime residenze note in azienda dei lavoratori dimessi dallo stabilimento di Cuneo. La stessa informazione è stata fornita dalla direzione dello stabilimento di Alessandria per i lavoratori dimessi da questa fabbrica al momento della formazione della coorte.

E' stato condotto l’usuale follow-up per accertare lo stato in vita degli ex lavoratori, e sono state acquisite le cause di morte dei deceduti, con aggiornamento al 2003 per Cuneo e al 2008 per Alessandria. Sono state condotte le consuete analisi della mortalità generale e causa specifica mediante confronto con una popolazione di riferimento esterna.

Limitatamente ai lavoratori dello stabilimento di Cuneo sono stati identificati i casi incidenti di tumore della vescica nei membri della coorte al 2003. E' stata analizzata l'incidenza di tali tumori mediante confronto con una popolazione di riferimento esterna. E' stato condotto anche uno studio caso-controllo innestato nella coorte, sui casi incidenti di carcinoma vescicale.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2017

La mortalità generale presenta un deficit rispetto all'atteso concentrato negli anni di osservazione durante l'attività in azienda (effetto lavoratore sano); dopo la dimissione la mortalità generale è sovrapponibile all'atteso. Il deficit di mortalità in entrambe le coorti è concentrato nelle malattie cardio-vascolari e respiratorie. La mortalità tumorale è sovrapponibile all'atteso per la maggior parte delle sedi, inclusa la vescica; si è osservato un eccesso non statisticamente significativo di tumori maligni della pleura e uno statisticamente significativo di tumori della tiroide nella coorte di Cuneo.

L'aggiornamento del follow-up delle coorti di Cuneo e Alessandria e la conduzione di quello per le coorti di Gallo d'Alba e Settimo Torinese sono sospesi, in mancanza di finanziamento della corrispondente attività.

RISORSE E FINANZIAMENTI

ASL 15, Regione Piemonte, Ricerca Sanitaria Finalizzata 2002, 2003 e 2004 (titolare ASL 15).

COLLABORATORI

Antonella Stura, Marco Gilardetti, Corrado Magnani, Franco Merletti, Manuela Gangemi, Daniela Ferrante.

PUBBLICAZIONI

- Mirabelli D, Cacciatore AM, Ferrante D, Amendola P, Vermeulen R, Merletti F. Cohort study of workers employed in an Italian tire manufacturing plant, 1962-2004. Cancer Causes Control 2012; 23: 2023-9.