Studio multicentrico internazionale IARC sulla mortalità dei lavoratori della gomma

IARC multi-centric international study on mortality of rubber workers

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Nonostante l’uso di diverse sostanze cancerogene per l’uomo sia stato abbandonato da tempo nella moderna industria della gomma, non è certo se il rischio di cancro sia stato completamente controllato.

L'International Agency for Research on Cancer (IARC) nel riesaminare l'associazione tra esposizioni cancerogene e insorgenza di tumori umani in specifiche sedi ha confermato nel 2009 come agente di Gruppo 1, "cancerogeno umano certo", il lavoro nell'industria della gomma, con molteplici sedi bersaglio: leucemie e linfomi, tumori della vescica, del polmone e dello stomaco. Alcuni studi recenti segnalano infatti il perdurare di eccessi di mortalità per diverse sedi tumorali, inclusa la vescica.

Dall'altro lato, studi su due coorti di lavoratori impiegati solo dopo il 1980 in Gran Bretagna e in Germania non hanno evidenziato eccessi di mortalità tumorale; data l'età relativamente giovanile e il limitato follow-up, la numerosità degli eventi osservabili non permette di stabilire se ciò corrisponda a un'effettivo controllo dei rischi, o se invece sia da attribuirsi alla mancanza di potenza statistica di questi studi.

La IARC ha perciò deciso di promuovere una nuova analisi pooled di studi già completati su lavoratori occupati nell'industria della gomma in periodi recenti, nel senso di successivi all'adozione di misure di prevenzione primaria documentate, prima fra tutte la sostituzione dei composti sospettati di essere all'origine dell'aumento di mortalità tumorale.

Due dei principali stabilimenti italiani di produzione di pneumatici sono entrati in funzione agli inizi degli anni Sessanta a Cuneo e circa dieci anni più tardi ad Alessandria, sono stati oggetto di studio da parte nostra e sono rilevanti ai fini dello studio IARC.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

I dati degli studi di mortalità sulle coorti di Cuneo e Alessandria, anonimizzati, saranno inseriti nel database generale dello studio multicentrico presso la IARC di Lione.

Saranno condotte analisi della mortalità generale e per le cause di interesse, con confronti esterni (le popolazioni nazionali dei diversi studi) e interni.

SCALA DEI TEMPI

E' in corso l'aggiornamento dello stato in vita e delle cause di morte (vedi scheda 4.021).

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2014

Protocollo generale e piano di analisi sono stati predisposti.
I dati anonimizzati risultanti dai follow-up aggiornati al 2003 (stabilimento di Cuneo) e al 2008 (stabilimento di Alessandria) sono stati inviati a IARC.
E' in corso l'aggiornamento dello stato in vita e delle cause di morte.

COLLABORATORI

Dario Mirabelli.

PUBBLICAZIONI

Pubblicazioni scientifiche sono attese al termine del progetto.