Screening stratificato sul rischio per il tumore del collo dell'utero

Risk-based screening for cervical cancer

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Obiettivo principale del progetto è quello sviluppare e valutare programmi di screening basati sul rischio per il cancro cervicale e fornire strumenti di implementazione open source.

Obiettivo 1. Sviluppare profili di rischio per donne non vaccinate in base alla loro storia di screening.

Obiettivo 2. Sviluppare profili di rischio di cancro cervicale in coorti di nascita vaccinate contro l'HPV in contesti con vaccinazione e copertura di screening variabili.

Obiettivo 3. Sviluppare profili di rischio per il cancro cervicale in relazione ad altri fattori e sviluppare profili di rischio per danni correlati allo screening.

Obiettivo 4. Sviluppare algoritmi di screening basati sul rischio efficaci e costo-efficaci basati sulla storia di screening, sullo stato vaccinale (sia a livello individuale che a livello di popolazione) e su fattori di rischio derivati dal paziente.

Obiettivo 5. Sviluppare applicazioni open source di e-health e m-health per supportare l'implementazione di screening basati sul rischio in programmi real life.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Partecipano al progetto 11 partner europei. SSD Epidemiologia Screening - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino contribuerà nello specifico:

  • all'obiettivo 1: profili di rischio di cancro e di lesioni precancerose verranno sviluppati sulla base dei risultati di più round di screening consecutivi, analizzando i dati congiunti dei trial su test HPV condotti nei Paesi Bassi (POBASCAM 44.000 donne), in Italia (studio NTCC, 94.000 donne), Svezia (studio Swedescreen, 12.500 donne), per un totale di circa 150,000 donne e > 300 CIN3 e casi di cancro. Questo database verrà aggiornato al 2019 permettendo di raggiungere un follow-up totale fino a 20 anni.
  • e all'obiettivo 2: attraverso il linkage tra i dati dei registri di screening  con lo stato di vaccinazione (Italia, Svezia, Paesi Bassi, e Slovenia). Questi dati forniscono informazioni sugli effetti diretti della vaccinazione sui vaccinati e sugli effetti indiretti sui non vaccinati.

Dai risultati di questi studi è possibile sviluppare profili precisi specifici per età per il rischio CIN3 e danni correlati allo screening in base allo stato della vaccinazione individuale o alla copertura della vaccinazione.

Il progetto è iniziato nel gennaio 2020, per una durata di 60 mesi.

RISORSE E FINANZIAMENTI

Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del bando Horizon 2020.

COLLABORATORI

Livia Giordano, Raffaella Rizzolo, Guglielmo Ronco, Cristina Larato, Laura Massari, Nicolina Leo, Andrea Ortale, Laura De Marco, Luigia Macrì.

PUBBLICAZIONI

Previste nel corso e alla fine del progetto.