STI.VI. Studio pilota di valutazione di interventi di prevenzione primaria nella popolazione invitata nei programmi di screening mammografico e colorettale

STI.VI. Pilot study evaluation of interventions for primary prevention programs in the population invited to mammography and colorectal cancer screening programs

OBIETTIVI E SVILUPPO DEL PROGETTO

Lo studio intende valutare l'efficacia di modelli di intervento per la modifica delle abitudini alimentari scorrette e dei comportamenti sedentari. Tali modelli di intervento sono rappresentati da incontri informativi teorico-pratici condotti da esperti della materia (dieta e attività fisica).

Inoltre, lo studio intende mettere a punto modelli di integrazione e sinergie sempre più ampie tra prevenzione primaria e programmi regionali di screening.

Obiettivo principale dello studio è quello di determinare la fattibilità e l'impatto su alcuni outcome di salute di tali modelli di intervento nella popolazione torinese invitata nei programmi regionali di screening della mammella e del colon-retto.
Inoltre, si intende verificare il mantenimento di uno stile di vita salutare a breve e medio termine.

MATERIALI E METODI

L'intervento è stato proposto al momento dell'effettuazione del test di screening (mammografia per le donne e colonscopia per donne e uomini); sono stati invitati a partecipare i soggetti presentatisi per effettuare l’esame di screening (donne 50-54enni nello screening mammografico e uomini e donne 58enni nello screening colorettale).

I partecipanti sono stati randomizzati in 4 gruppi: gruppo attività fisica, gruppo dieta, gruppo attività fisica e dieta, gruppo di controllo. Essi sono poi stati avviati a un modulo base di intervento (incontri teorici condotti da esperti della materia) seguito da un modulo avanzato (incontri pratici sulla tematica propria del gruppo di studio).

A tutti gli arruolati (compresi i controlli) è stato effettuato un prelievo venoso a digiuno (con due tipologie di campioni di sangue: uno destinato alla crioconservazione e l'altro necessario all'analisi a fresco) e un prelievo di saliva.
Sono state effettuate, inoltre, delle misurazioni antropometriche (altezza, composizione corporea, circonferenza vita) ed è stato compilato un questionario riguardante le abitudini alimentari, l'attività fisica, l'abitudine al fumo e lo stato di salute.
Al termine dello studio sono stati reclutati circa 1200 soggetti (600 attraverso lo screening mammografico e 600 attraverso lo screening colorettale).

RISORSE E FINANZIAMENTI

I costi relativi al progetto sono stati coperti dal finanziamento del Ministero della Salute nell'ambito del progetto PIO e dalla Compagnia di San Paolo.

COLLABORATORI

Collaboratori interni: Nereo Segnan, Federica Gallo, Francesca Garena, Pamela Giubilato, Carlo Senore, Andrea Ortale, Elisa Camussi, Maria Piera Mano.
Collaboratori esterni: Andrea Pezzana, Stefania Cazzoli, Giovanni Allegro, Caterina Anatrone, Emilia Riggi.

PUBBLICAZIONI

I risultati preliminari sono stati presentati nel corso di vari convegni scientifici.

Nell'ultimo quinquennio è stato presentato il seguente poster:
Gallo F, Ortale O, Senore C, Mano MP, Pezzana P, Segnan N. e il Gruppo di Lavoro STI.VI. Studio pilota di valutazione di interventi di prevenzione primaria (STI.VI.): stili di vita e caratteristiche socio-demografiche dei partecipanti. Poster presentato al XXXVIII Congresso dell’Associazione Italiana di Epidemiologia, Napoli 5-7 novembre 2014.