Studio multicentrico controllato e randomizzato di valutazione di efficacia dello screening sigmoidoscopico nella prevenzione del carcinoma colorettale (SCORE)

Multicentre randomized controlled trial of  “once-only” sigmoidoscopy screening for colorectal cancer (SCORE)

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

  • Valutare l'efficacia di un protocollo di screening sigmoidoscopico (sigmoidoscopia una sola volta nella vita tra 55 e 64 anni) per la prevenzione del cancro colorettale.
  • Definire la durata dell'effetto protettivo e l'intervallo di età ottimale per l'offerta del test.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Trial randomizzato su un gruppo di volontari che avevano dichiarato la loro disponibilità a un invito allo screening con sigmoidoscopia. I volontari eleggibili sono stati randomizzati in proporzione 1:1 a screening con FS o al gruppo di controllo (nessun contatto).
Dimensioni previste: 19mila soggetti per ciascun gruppo; 13mila sigmoidoscopie effettuate, assumendo un’adesione variabile tra il 65 e il 70%.
Criteri di invio in colonscopia: riscontro di almeno un polipo di diametro > 5 mm, o di almeno un polipo con componente villosa > 20% o displasia di alto grado, di diametro < 6 mm, o di 3 adenomi tubulari con displasia di basso grado di diametro < 6 mm, o di un cancro.
Follow-up per incidenza e mortalità per tutti i soggetti reclutati nello studio, tramite record linkage con gli archivi dei registri tumori di popolazione e con i registri regionali di mortalità.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2019

E’ stato completato il reclutamento nel 1998 ed è stato completato il follow-up di incidenza (al 31/12/2007) e mortalità (al 31/12/2008), condotto autonomamente in ciascun centro, secondo procedure concordate: il report sui risultati del follow-up (11 anni) è stato pubblicato a settembre 2011: si osserva una riduzione statisticamente significativa (18%) dell’incidenza di cancro colorettale (CCR) nel gruppo di intervento rispetto al gruppo di controllo. La riduzione di mortalità non risulta ancora significativa (numero di casi inferiore all’atteso nel gruppo di controllo), anche se consistente con i risultati del trial inglese.
E' stata completata l'analisi dell'incidenza e mortalità (per tutte le cause e per CCR) nella coorte di persone contattate all'inizio dello studio nei centri di Genova e Torino che non avevano risposto al questionario. I risultati sono indicativi di una forte selezione della popolazione rispondente al questionario (basso rischio di morte per CCR rispetto alla popolazione generale).
E' stata avviata la raccolta dati per l'aggiornamento a 15 anni del follow-up di incidenza e mortalità.
In collaborazione con i gruppi norvegese e americano, è stata condotta una meta-analisi dei 3 trial con analisi per sottogruppi di età, sesso e sede tumorale, che ha mostrato un effetto protettivo statisticamente significativo, sia sul colon distale che su quello prossimale, per uomini e donne di età inferiore a 60 anni.

La raccolta dati per l'aggiornamento a 15 anni del follow-up di incidenza e mortalità è stata completata per tutti i centri, incluse le 2 ATS lombarde che avevano ritardato l'invio dei dati sulla base di una interpretazione restrittiva della normativa sulla privacy. Le prime analisi hanno permesso di confermare il mantenimento dell'effetto protettivo dello screening anche a 15-17 anni dall'esecuzione del test: la stima di efficacia ITT è sovrapponibile al dato osservato a 10-12 anni. E' stato deciso di richiedere a tutti i centri di estendere il follow-up di mortalità al 31/12/2014 o, se possibile al 31/12/2015.

Continua la collaborazione con gli altri gruppi: è stata sottomessa per la pubblicazione una analisi, basata sui dati dei 4 trial pubblicati, della stima del numero di adenomi da asportare per prevenire un cancro e del tempo medio di trasformazione di un adenoma in una lesione invasiva.

E' stata completata l'analisi dei dati di follow-up di incidenza a 15 anni e di mortalità a 18 anni. I risultati confermano che l'effetto protettivo di un singolo esame di screening con sigmoidoscopia si mantiene fino ai 15-18 anni. Sia la riduzione di incidenza (ITT: 18%) che quella di mortalità (ITT: 22%) sono significative

RISORSE E FINANZIAMENTI

L’attività rientra nelle funzioni istituzionali del CPO Piemonte.
Il follow-up e l’analisi dello studio sono condotti dal CPO e dai singoli centri.
Finanziamento AIRC per la fase di reclutamento.

COLLABORATORI

Nereo Segnan, Paola Armaroli, Emilia Riggi, Marco Calcagno, Alessandro Brondi (CPO); Carmen Visioli (ISPRO); Orietta Giuliani (Registro Tumori Romagna); Luigina Bonelli (IST, Genova).

PUBBLICAZIONI

- Pinsky PF, Loberg M, Senore C, Wooldrage K, Atkin W, Bretthauer M, Cross AJ, Hoff G, Holme O, Kalager M, Segnan N, Schoen RE. Number of Adenomas Removed and Colorectal Cancers Prevented in Randomized Trials of Flexible Sigmoidoscopy Screening Gastroenterology 2018; 155: 1059-1068.
- Holme Ø, Schoen RE, Senore C, et al. Effectiveness of flexible sigmoidoscopy screening in men and women and different age groups: pooled analysis of randomised trials. BMJ 2017; 356: i6673. (IF 20.785)
- Senore C, Bonelli L, Sciallero S, et al. Assessing Generalizability of the Findings of Sigmoidoscopy Screening Trials: The Case of SCORE Trial. J Natl Cancer Inst 2014; 107.
- Segnan N, Armaroli O, Bonelli L, et al. Once-Only Sigmoidoscopy in Colorectal Cancer Screening: Follow-up Findings of the Italian Randomized Controlled Trial - SCORE. J Natl Cancer Inst 2011; 103: 1-13.