Studio degli effetti del cambiamento climatico sulla trasmissione di malattie infettive

Climate change impacts on the infectious diseases risk

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Obiettivo primario è studiare la relazione tra eventi meteorologici e climatici e malattie infettive trasmesse da vettori biologici. Questi ultimi, infatti, sono estremamente dipendenti dai fattori climatici come temperatura e precipitazioni. Tra le malattie che il progetto ambisce a studiare si annoverano l’infezione da Virus West Nile e la Leishmaniosi Viscerale.

Tra gli obiettivi ulteriori del progetto, particolare attenzione viene posta nello studio della distribuzione spazio-temporale dei casi umani di malattia in relazione a fattori climatici e ambientali.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

I casi di malattia vengono ottenuti dai sistemi di sorveglianza sia a livello regionale che nazionale, mentre informazioni climatiche e meteorologiche sono ottenute in seguito ad analisi di dati registrati da centraline meteorologiche al suolo o da database a elevata definizione spazio-temporali accessibili tramite servizi online. 

I disegni di studio che verranno applicati sono studi di epidemiologia spaziale e ambientale. Per studiare la relazione temporale a breve termine tra fattori meteorologici e incidenza della malattia verranno applicati studi case-crossover o di time series, mentre per valutare la relazione tra fattori climatici nel lungo periodo verranno applicati degli studi ecologici su base spazio-temporale.

STATO DI AVANZAMENTO AL

Sono stati condotti due studi epidemiologici per studiare la trasmissione del Virus West Nile in Italia, un patogeno trasmesso da un vettore biologico (Zanzare del genere Culex).

Nello specifico è stato condotto uno studio case-crossover per valutare l'associazione a breve termine tra parametri meteo-climatici e l'incidenza di infezioni da Virus West Nile in Pianura Padana. E' stata osservata un'associazione tra la temperatura atmosferica e l'incidenza di infezione nelle 5 settimane successive.

Un secondo studio è stato condotto per identificare il pattern spazio-temporale della trasmissione da Virus West Nile in Italia identificando 4 cluster spazio-temporali. Il più importante cluster è stato identificato nelle provincie italiane che si trovano nel bacino del fiume Po, suggerendo che queste aree presentino delle condizioni climatiche e ambientali idonee per la trasmissione del Virus.

COLLABORATORI

Milena Maule, Lorenzo Richiardi, Franco Merletti.

PUBBLICAZIONI

- Moirano G, Richiardi L, Calzolari M,  Merletti F, Maule M. Recent rapid changes in the spatio‐temporal distribution of West Nile Neuro‐invasive Disease in Italy. 2020, Zoonoses and public health.
- Moirano G, Gasparrini A, Acquaotta F, Fratianni S, Merletti F, Maule MM, Richiardi L. West Nile Virus Infection in Northern Italy: Case-crossover study on the short-term effect of climatic parameters. 2018, Environmental Research.