Rete per la Prevenzione

Prevention Network

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

All'interno della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta è stata costituita (luglio 2016) la Commissione "Prevenzione primaria/screening/terziaria" che ha favorito la costituzione della Rete per la Prevenzione piemontese. La Rete per la Prevenzione è nata nel dicembre 2017 con la sottoscrizione di un Patto che sancisce l'alleanza tra Enti e associazioni del Terzo settore, operanti da tempo nell'ambito della prevenzione oncologica.

L'iniziativa, promossa dalla Rete Oncologica e coordinata dal CPO Piemonte, rappresenta un'opportunità per offrire a tutti i partner adeguato sostegno nel promuovere programmi e interventi di prevenzione per mettere in atto quanto raccomandato dal Codice Europeo contro il Cancro.
Tra i partner vi sono molte associazioni di volontariato attive nell'ambito oncologico, tutte le sedi provinciali della Lega per la Lotta contro i Tumori, il Centro di documentazione per la promozione della salute del Piemonte (Dors), Federfarma Piemonte, gli Ordini dei Medici e l'Ordine Provinciale dei Farmacisti, alcuni Comuni e la European Cancer Leagues (ECL), organizzazione che riunisce associazioni locali e nazionali attive nella lotta ai tumori.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

Le iniziative finora svolte in Piemonte hanno ruotato intorno a una campagna di comunicazione, con immagine coordinata, lanciata nel 2018, attraverso la quale si svolge una estesa azione informativa contro il cancro e che mira a favorire la diffusione di attività e iniziative di prevenzione che si rifacciano alle raccomandazioni contenute nel Codice Europeo contro il Cancro, e quindi basate su evidenze scientifiche. Prodotto di punta di tale campagna è una scatoletta chiamata "Prevenill", del tutto simile a quella di un qualsiasi farmaco, al cui interno non vi sono farmaci, ma regole che, se applicate tutte, dovrebbero portare a evitare circa il 50% dei casi di tumore. Per la diffusione dell'iniziativa, le farmacie espongono in vetrina confezioni di "Prevenill" in formato maxi.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2019

Nel corso del 2019 sono state organizzate da parte dei partner della Rete per la Prevenzione numerose iniziative per la diffusione del Codice Europeo contro il Cancro e per l'ampliamento dell'alleanza. Tra queste, il CPO Piemonte e la European Cancer League hanno organizzato il 6-7 maggio il workshop "Promoting and Embedding the European Code Against Cancer within Screening Programmes", a Bucarest presso l'Istituto Nazionale di Sanità Pubblica della Romania. Durante il workshop è stata presentata l'esperienza della Rete per la Prevenzione nella disseminazione del Codice Europeo Contro il Cancro.

Nel maggio 2019 la maggior parte dei Sindaci dei Comuni della provincia di Novara hanno aderito alla Rete per la Prevenzione. L'alleanza con i sindaci rappresenta un importante passo avanti nell'ampliamento dei soggetti schierati in attività di promozione della salute, in linea con quanto raccomandato dal Codice Europeo contro il Cancro.

La Regione Lazio, a luglio 2019, ha aderito alla Rete per la Prevenzione e sta valutando le modalità di lancio di una campagna di comunicazione sul territorio laziale, in linea con le 12 raccomandazioni la diffusione del Codice Europeo e in sinergia con le attività del futuro Piano Regionale della Prevenzione.

Sempre nel 2019 in accordo con il gruppo governance del Piano Regionale della Prevenzione è iniziata un'attività di raccordo con il Laboratorio della Prevenzione, attivo in Piemonte con l'obiettivo di identificare le priorità d'intervento in prevenzione in base a valutazioni di costo-beneficio. 

Infine, è partito un progetto per la realizzazione di una graphic novel dedicata al Codice Europeo contro il Cancro destinata alla diffusione di alcuni principi del Codice tra gli studenti di alcune scuole medie inferiori piemontesi. Il progetto co-finanziato dalla Rete Oncologica e da Pfizer prevede la collaborazione delle LILT provinciale del Piemonte, per le attività di coinvolgimento degli Istituti scolastici e per le attività di presentazione nelle scuole. Un noto illustratore di fumetti italiano, attraverso un'agenzia di comunicazione, è stato incaricato di realizzare la graphic novel.

RISORSE E FINANZIAMENTI

Il progetto Rete per la Prevenzione è auto-finanziato dai partner del Network.

COLLABORATORI

Tra i diversi partner della Rete per la Prevenzione, oltre alla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, e il CPO Piemonte, che coordinano le attività, vi sono: Regione Piemonte, Regione Lazio, Regione Valle d’Aosta, European Cancer League, Ordine dei Medici, Ordine dei Farmacisti, Federfarma Piemonte, Unione LILT Piemonte e VdA, LILT Alessandria, LILT Asti, LILT Biella onlus, LILT Cuneo onlus, LILT Torino onlus, LILT Novara onlus, LILT Valle d’Aosta, LILT Vercelli, LILT VCO, Fondo Edo Tempia, WALCE onlus, VITA, RAVI, SAMCO, ANVOLT, DONNATEA, MIMOSA, VELA, FIDAPA, Comune di Chieri, Comuni della Provincia di Novara, GOMITOLO ROSA, CIPES Piemonte.

PUBBLICAZIONI

Il progetto della Rete per la Prevenzione è stato presentato/pubblicato in diverse occasioni:
- “Il Codice Europeo Contro il Cancro e la Rete per la Prevenzione”, Newsletter Dors, aprile 2018.
- Poster al Convegno dell’Associazione Italiana di Epidemiologia, Lecce, ottobre 2018.
- Presentazione al Convegno dell’European Society for Prevention Research, Lisbona, ottobre 2018.