Lo studio FUCSAM: follow-up oncologico e stili di vita per pazienti con pregresso tumore della mammella e del colon-retto – Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta

The FUCSAM study: follow-up and lifestyle for patients with previous breast and colorectal cancer – Oncology Network for Piemonte and Valle d’Aosta

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Lo studio FUCSAM si rivolge alle pazienti e ai pazienti a cui sia stato diagnosticato un tumore della mammella o del colon-retto e che, terminati i trattamenti terapeutici, si trovino ad affrontare il periodo di controllo (follow-up oncologico).
La letteratura scientifica degli ultimi anni mostra come l’obesità e la sedentarietà siano associate a un aumentato rischio di cancro, inclusi quello alla mammella e al colon-retto. Pertanto riuscire a integrare delle raccomandazioni per adottare uno stile di vita salutare è di grande interesse anche nella prevenzione delle recidive.
Lo studio si propone di verificare la fattibilità di un intervento di counselling, condotto da operatori formati, sullo stile di vita in occasione delle visite di follow-up oncologico. Inoltre, si intende valutare l’impatto di tale intervento sullo stile di vita dei partecipanti.

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

I pazienti con nuova diagnosi di carcinoma colorettale (CCR) o mammario (CM), trattati dai Gruppi Interdisciplinari Cure (GIC) della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, alla prima visita di follow-up ricevono un counselling sullo stile di vita e informazioni su interventi di attività fisica e sana alimentazione, disponibili nella loro realtà territoriale.

Sia nel corso della prima visita di follow-up sia in quelle successive, vengono registrati dati sulla compliance alle raccomandazioni alimentari e di attività motoria, dati antropometrici e metabolici, informazioni socio-demografiche e dati clinici relativi al tumore.
Vengono inoltre registrate le informazioni necessarie a valutare l’attività dei GIC aderenti al progetto.

E' in corso un'analisi dell'andamento delle attività nei diversi centri che hanno aderito allo studio, per valutare quali possano essere gli aspetti organizzativi e di processo che hanno condizionato in modo differenziale le attività, finalizzata a una riprogettazione del protocollo dell'intervento in vista di un rilancio delle attività nel 2020.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2019

Tra i 26 GIC che hanno manifestato l’intenzione di aderire allo studio, 21 hanno effettivamente iniziato o continuato l’arruolamento nel 2017. Sono stati arruolati 1753 pazienti (296 uomini e donne con diagnosi di CCR, 1385 donne con diagnosi di CM).

Per quanto riguarda il tumore mammario, il 26% delle pazienti ha avuto la diagnosi partecipando al locale programma di screening; per il tumore al colon-retto, il 13% delle donne e il 26% degli uomini hanno avuto la diagnosi sempre attraverso l'adesione allo screening.
La circonferenza vita era oltre gli 80 cm (standard di riferimento) nel 73% delle donne con CM e nel 71% di quelle con CCR; tra gli uomini con CCR il 67% aveva una circonferenza vita superiore ai 90 cm (standard). La sindrome metabolica è stata osservata nel 36% delle donne (sia CM, sia CCR) e nel 44% degli uomini. Per i soggetti con due follow-up presenti (circa 18 mesi dall'arruolamento) si è osservata una lieve riduzione nella proporzione di pazienti con giro vita superiore allo standard: dal 69% al 67% tra le donne con CM, dal 64% al 62% tra gli uomini con CCR. Per quanto riguarda la sindrome metabolica si è osservato un miglioramento in particolare tra gli uomini: la proporzione di soggetti affetti dalla sindrome è passata dal 65% al 60%.

Tali caratteristiche giustificano l'inserimento nel percorso di follow-up oncologico di un intervento sullo stile di vita. Vi è inoltre la necessità di motivare le persone nel lungo periodo, quando i cambiamenti sembrano essere più difficili da mantenere.

Sono state effettuate delle analisi per confrontare le misurazioni al basale (Bas) e le misurazioni al follow-up a sei mesi (Fup). Tutti i parametri sono stati valutati per la loro distribuzione mediana: BMI, girovita, colesterolo ad alta densità (HDL), trigliceridi. L’analisi è stata condotta confrontando coloro che hanno ricevuto il consiglio di aderire ai programmi alimentari e/o al programma sull’attività fisica con coloro che non li hanno ricevuto (trattati vs non trattati). Sono state considerate le differenze individuali nei parametri analizzati (ripetuti nel tempo); successivamente, il test di Kruskall-Wallis è stato applicato alle differenze in arrivo tra i due gruppi.

Questo studio mostra miglioramenti di alcuni intermedi metabolici, tra quelli indagati, nei pazienti invitati a partecipare a programmi sul cambiamento degli stili di vita (dieta e attività fisica).
La riduzione del girovita e dei trigliceridi e l’aumento del colesterolo HDL sono coerenti con gli obiettivi dello studio.
Questi risultati sono incoraggianti anche se limitati a un follow-up di 6 mesi. Sono necessarie ulteriori analisi a 12-18 mesi di follow-up per confermare i risultati preliminari.

COLLABORATORI

CPO Piemonte: Maria Piera Mano, Cristiano Piccinelli, Elisa Camussi.
Collaboratori esterni: Oscar Bertetto, Paolo Bellingeri, Concetta Finocchiaro, Marinella Mistrangelo, Lorenzo Orione, Andrea Pezzana, Paolo Bellora, Giuseppe Parodi, Norma De Piccoli, Silvia Gattino, Paolo Massucco.

PUBBLICAZIONI

- Gallo F, Giordano L, Senore C, et al. Lo studio FUCSAM: follow-up oncologico e stili di vita – Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta. Poster presentato al Convegno Nazionale GISMa 2016, Finalborgo (SV) 19-20 maggio 2016.
- Sarli F, Giordano L, Gallo F, et al. The follow-up and lifestyle (FUCSAM project).  Oncology Network of Piemonte and Valle d'Aosta (ROPVdA): update 2016. Poster presentato al Convegno Nazionale AIOM 2016, Roma 28-30 ottobre 2016.
- Giordano L, Senore C, Mano MP, et al. Lo studio FUCSAM: follow-up oncologico e stili di vita - Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta. Comunicazione orale al XXXIX Congresso dell’Associazione Italiana di Epidemiologia, Milano 27-30 ottobre 2015.
- Maria Grazia P, Solerio D, Baù MG, Spadi R, Beano A, Romaniello I, Bonomi A, Roma M, Gambaro G, Barone C, Piccillo D, Miraglia S, Sarli F, Giordano L, Senore C, Piccinelli C, Viale M, Mistrangelo M, Ciccone G. and Bertetto O. Role of lifestyle (or behavioural factors) changes in cancer survivors: results from FUCSAM project Poster al XX Congresso Nazionale AIOM 2018, Roma 16-18 Novembre 2018.